Il metodo collaudato del nonno per piantare alberi per un raccolto abbondante e abbondante!

Salvate il download: vi tornerà utile sull’appezzamento!

Il metodo dell’innesto viene utilizzato quando si vogliono innestare una o più nuove varietà (più resistenti all’inverno, più produttive o più resistenti alle malattie) su un melo radicato, maturo o vecchio.

La maggior parte dei rami principali dell’albero viene tagliata a 70 centimetri – 1 metro – dal tronco e innestata in essi.

Con questo metodo di innesto è molto importante lasciare due o tre rami principali per “tirare fuori la linfa”, altrimenti un melo indebolito dalla potatura corta morirà.

medmafia

Per una migliore cicatrizzazione della ferita, pulire l’area di taglio con un coltello da giardino.

Praticare un’incisione verticale di 4-6 cm di lunghezza sulla corteccia del ramo. La lama del coltello deve raggiungere il legno.

Separare delicatamente con il dorso del coltello e distendere la corteccia del portainnesto * – per facilitare l’innesto. (* Il portainnesto è l’apparato radicale e parte del fusto del sito d’innesto).

 

Eseguire un taglio diagonale sulle talee progenitrici (la lunghezza ottimale del taglio è di 4 talee di diametro).

La parte inferiore delle marze (i germogli da innestare) deve essere leggermente appuntita sul lato opposto del taglio: in questo modo sarà più facile inserirla sotto la corteccia.

Inserire i germogli sotto la corteccia del portainnesto (1-2 mm dell’innesto devono trovarsi sopra il taglio).

Legare i punti di innesto con spago, pellicola o nastro adesivo. Se si utilizza lo spago, coprire i tagli superiori delle talee, la superficie del taglio a sega e i tagli longitudinali con vernice da giardino, in modo che gli innesti non si secchino.

 

Quando si innesta, di solito si mettono 2-4 talee: in questo modo la ferita da taglio guarirà più uniformemente. Dopo 2-3 anni, lasciare solo il singolo germoglio più sviluppato, in modo che gli innesti troppo cresciuti non interferiscano l’uno con l’altro.

Torna in alto