Volete coltivare piantine forti di cavolo cinese? Seguite queste regole

Il cavolo cinese è originario della Cina settentrionale e del Giappone, anche se oggi viene coltivato in molte aree temperate del mondo.

Sebbene sia arrivato in Polonia e in Europa solo nel XX secolo, è diventato rapidamente popolare grazie al suo alto contenuto di sostanze nutritive, al suo sapore delicato e alle sue poche calorie.

Contiene la stessa quantità di vitamina C del limone, molta vitamina A e B, oltre a rutina e betacarotene. È ricco di minerali come calcio, potassio e magnesio. È molto salutare, soprattutto se coltivato nel proprio orto.

Come coltivare il cavolo cinese
È importante sapere che il cavolo cinese tollera facilmente temperature fredde fino a -4°C nella fase di formazione, ma non ama i grandi sbalzi di temperatura.

In generale, con qualsiasi peggioramento delle condizioni climatiche – caldo o freddo improvviso – può essere indotto a fiorire prematuramente, impedendo così la formazione delle teste. Questo è il problema principale nella coltivazione del cavolo cinese.

Come coltivare il cavolo cinese in modo che non fiorisca: 5 regole
scegliere varietà resistenti alla fioritura precoce e rispettare la data di semina;
quando si pianta nel terreno, non toccare le radici delle piantine;
non coltivare troppo densamente;
piantare in un terreno fertile; concimare per tempo.
Quando seminare le piantine di cavolo cinese?
Seminando il cavolo cinese in primavera, si può raccogliere nella prima metà dell’estate. Pertanto, si consiglia di coltivare le piantine.

Nella seconda decade di aprile, seminate i semi – 3 per ogni buca in vasi separati con una miscela nutriente e sciolta. L’emergenza apparirà il giorno 3-4.

Quando compaiono 2-3 foglie vere, lasciare un germoglio più forte nel vaso, gli altri devono essere sradicati.

Dopo 20-25 giorni, le piante allo stadio di 5-6 foglie vere possono essere trapiantate all’esterno. Le piantine sono molto delicate e fragili, quindi vanno piantate con attenzione. Lo schema di impianto ottimale è di 35×25 spazi cm per piantina. Innaffiare ogni pianta dopo la messa a dimora.

Il cavolo cinese è una pianta cosiddetta a giorno corto. Nelle prime due settimane, le piantine possono essere accorciate artificialmente accorciando la giornata: coprite le piantine con uno strato di agrotessuto la sera.

Come coltivare il cavolo cinese in estate dalla semina diretta nel terreno: 7 regole di cura
1. il cavolo seminato in estate produrrà buone teste in autunno. Si consiglia di seminare direttamente nel terreno non prima della seconda metà di luglio.

2. Il cavolo cinese va seminato in modo annidato – 3 semi per buca. La profondità di semina è di 2-3 cm, la distanza tra le buche è di circa 35-40 cm.

3. quando spuntano le piantine, lasciare uno dei germogli più forti in ogni buca e rimuovere gli altri (come per la semina in semenzaio).

4. 3 settimane dopo la semina, è bene scavare il cavolo. In questo modo lo si protegge da erbacce e parassiti.

5. prima che le foglie si chiudano, allentare le file in modo superficiale e applicare fertilizzanti azotati.

6. il cavolo cinese deve essere annaffiato regolarmente, moderatamente e, in caso di siccità, in modo generoso.

7. 3-4 volte durante la stagione di crescita allentare la distanza tra le file a 5 cm per non creare una crosta sulla superficie del terreno; dopo forti piogge l’allentamento può essere profondo, fino a 12 cm.

Torna in alto